Spesa pubblica: a chi serve una poltrona da 3.000 dollari?