Sara Simeoni: l’inizio di un sogno alto 2,01 m

208° giorno post-Ikea.

Sara Simeoni salto in alto record 2,01 mQuando lei, il 4 agosto del 1978 a Brescia, faceva il record del mondo, il sottoscritto se ne stava beatamente dentro una culla a succhiarsi il dito. Io 20 giorni di vita, lei 25 anni, 1,78 m per 60 kg, e un salto da 2,01 m. Il record del mondo! Mai nessuna donna prima di lei si era arrampicata così in alto. Ma Sara Simeoni, una volta sperimentata l’ebrezza dell’alta quota, non vedeva l’ora di ritornarci. Senza dover aspettare troppo. Il 31 agosto dello stesso mese, infatti, agli Europei di Praga, eccola di nuovo sfidare e vincere il duello con l’asticella a 201 cm, laureandosi Campionessa del Vecchio Continente. Sara è salita sull’asticella, sui sogni e sul mondo. Sempre più vicina al cielo.

“Un’italiana, non una tedesca! Una che per allenarsi doveva aspettare che la squadra di calcio del Verona finisse i suoi comodi. Vinse tutto e molto, anche i Giochi di Mosca. E cambiò l’Italia. Una donna poteva, sì. E poteva molto bene. Senza perdere grazia, femminilità, fascino. Lo sport non distruggeva, ma esaltava. Sara sorrideva, si diplomava all’Isef, si sposava. Vinceva nella vita, non solo contro l’asticella.” [Emanuela Audisio]

E pensare che [come la mia amica Daniela], faceva danza, ma era troppo alta e di certo a lei non serviva stare sulle punte! Ha saltato per ben venti stagioni. Da 13 a 33 anni. Sesta alle Olimpiadi di Monaco (1972) con 1,85, seconda a Montreal (1976) con 1,91, medaglia d’oro a Mosca (1980) con 1,97 e seconda a Los Angeles (1984) con 2 metri.

Restano indimenticabili le sue sfide con le tedesche Rosemarie Ackermann ed Sara Simeoni record del mondo 2,01Ulrike Meyfarth [ovvero colei che ad Atene l’8 settembre del 1982 riusciva nell’impresa di portare il primato mondiale a 2,02 m]. Ma chissà che combina oggi questa campionessa, nata Rivoli Veronese e volata sul tetto del mondo, all’altezza di 2 metri e un centimetro? Beh, oggi Sara Simeoni vive la sua vita di donna a fianco del marito e suo inseparabile allenatore Erminio Azzaro, e si dedica con grande passione alla sua attività di testimonial dell’attività promozionale della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL). E proprio in questa veste, ho avuto il piacere di rincontrarla ed intervistarla qualche giorno fa QUI, occasione in cui, grazie al formidabile archivio e alla paziente collaborazione di Mario, siamo riusciti a farle vedere questo video con le immagini praticamente “inedite” del suo primo titolo italiano conquistato a Roma nel 1970
GRAZIE SARA! Sarai sempre LA campionessa! Speriamo che anche altri protagonisti dell’atletica italiana possano finalmente ripercorrere la strada dei tuoi grandiosi successi. Stavolta, forse, la strada è quella giusta…

3 comments

  1. Vengo con questa mia addirvi… (come diceva il grande Totò).. grazie per il tuo commento, come dire.. “puntuale” su futuroprossimo! Speriamo di trovare sempre spunti interessanti per riflettere insieme sul futuro che ci aspetta!

    A presto.

  2. […] era spinta tanto in alto, a 2,01 m. Un record, sì. Italiano e del mondo. E una sola campionessa: Sara Simeoni.Ma non dimentichiamoci di quella ragazza che oggi ha 29 anni ed è diventata grande. Anche lei. […]

  3. pooly... ha detto:

    …certamente non ho il diritto di paragonarmi a loro…
    …ma la voglia di volare credo sia la stessa..
    …anche io spero di volare in alto come loro…
    ..peccato che succede sempre qualcosa che ti ostacola..
    ..questa sera mi sono di nuovo fatta male al ginocchio..
    ..mi era accaduto anche l’anno scorso…ogni volta, dopo un intero inverno speso ad allenarsi con impegno e determinazione..
    ..l’ultimo salto della serata riesce a farti crollare il mondo addosso…
    ..prometto di non arrendermi….per coloro che credono in me…per i miei sogni…
    ..e sebbene questa notte mi addormenterò di nuovo con il ginocchio gonfio..domani sarò di nuovo al campo…guardanno fisso verso il mio obbiettivo…
    ..grazie campionesse per avermi permesso di sognare con voi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *