Redditi online | Web in subbuglio tra inchiesta e petizione

591° giorno post-Ikea.

Vincenzo Visco redditi on line 2005Siamo al paradosso! Io e il mio amico Gabbo lo stavamo appunto commentando così tutto l’ambaradan originato da questa bella idea di Visco che, secondo me, ora starà pensando: “Ma perchè quel maledetto giorno, invece di fare l’upload, non ho cliccato su Start-Spegni Computer?” Eh già mio caro sempre più ex e denunciatissimo vice ministro, il pasticcio ormai è brutto e fatto e, quando, le liste erano ormai sparite dal sito dell’Agenzia delle Entrate, in Rete già succedeva il putiferio con una prevedibile caccia al tesoro [degli altri] e una curiosità 1000 volte più morbosa di quella suscitata da una telecamera dentro la doccia della Casa del Grande Fratello!!! Le conseguenze: un social network come questo è andato down e il perchè ve lo lascio facilmente immaginare…le keyword più gettonate sono improvvisamente diventate “dichiarazioni dei redditi”, “redditi online” e affini…e mentre c’è chi si chiede chi sia il blogger più povero del reame…altri hanno scelto di organizzare una petizione per riavere sul web e quindi aperte al pubblico dominio quelle fantomatiche liste…anche se qualcuno per fortuna ha già analizzato quali potrebbero essere le possibili conseguenze di una simile scelta…con la Procura di Roma che, intanto, ha aperto pure un’inchiesta per violazione della privacy! E vai…per pensarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *