Polonio 210: Scaramella ha contaminato pure il Senato e ora rischia come Litvinenko?

65° giorno post-Ikea.

Scaramella Mario Polonio 210 L’allarme radioattività è scattato anche a Palazzo Madama. Alla notizia che Il consulente della Commissione Mitrokhin, Mario Scaramella, è stato contaminato dal Polonio 210, sono, infatti, subito state attivate  le procedure per un’immediata verifica dell’eventuale presenza di agenti contaminanti in Senato. In particolare, nella sala dove, il 21 novembre scorso, si è svolta la conferenza stampa dell’ex presidente della commissione Mitrokhin Paolo Guzzanti alla quale Scaramella era presente.

Ma che cos’è il POLONIO?

La sua scoperta si deve ai coniugi Marie e Pierre Curie e fu resa pubblica  il 20 aprile 1902. Chiamato anche “radio F”, venne poi battezzato polonio in omaggio alla Polonia, terra natale di Marie Curie con l’intenzione di porre all’opinione pubblica anche la lotta per l’indipendenza della Polonia, all’epoca provincia dell’impero russo. Fu in questo senso il primo elemento chimico a legarsi esplicitamente ad una vicenda sociopolitica.

Ma questo elemento non sembra aver perso nemmeno oggi questa sua strana peculiariatà. In special modo il Polonio 210, ovvero la sostanza killer che lo scorso 23 novembre 2006, ha già provocato la morte dell’ex spia del Kgb Aleksandr Litvinenko.

La particolarità di questo rarissimo elemento è la sua solubilità in ambiente acido e si distribuisce a tutti i tessuti dell’organismo provocando i suoi effetti deleteri alle arterie, al fegato, ai reni, ai polmoni, al midollo osseo. E per uccidere una persona, ne serve una quantità piccolissima, poichè il nostro organismo è in grado di tollerarne solo 7 miliardesimi di milligrammo.

Mario Scaramella, intanto, si trova attualmente ricoverato in un ospedale britannico per ulteriori accertamenti. L’Agenzia britannica per la Protezione della Salute assicura insistentemente che non c’è ragione di allarme (“il rischio di essere stati esposti a quella sostanza radioattiva rimane basso”) e rivolge un invito a tutti quanti sono stati al ristorante giapponese Itsu di Piccadilly o nel bar e nel ristorante dell’albergo Millennium il 1 novembre perché contattino senza indugi una speciale linea telefonica del servizio sanitario nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *