Piove sul bagnato…

11esimo giorno ante-Ikea.

Ore 6: è domenica mattina, ma per me e la mia troupe, la sveglia è da caserma all’hotel Cristallo in Via Los Angeles (NB: fa molto USA, ma, ripeto siamo solo a pochi km da Bastia Umbra, i cui abitanti, x essere precisi, si chiamano Bastioli e non Bastiani). Sono a pezzi. Mi affaccio dalla finestra. Non piove. O meglio, non ancora. Guarda che nuvoloni! Vabbè, anche oggi, a quanto pare, Fratello Sole è andato a farsi un giro a casa di Sora Luna! Beh, adesso una bella doccia bollente, prima di fare “splash” in quella gelata gentilmente offerta da Madre Natura. Meno male che la colazione, come tutto il resto della cucina, è da leccarsi i baffi in questo albergo. E vai allora con la sublime crostata di ricotta tutta tempestata di gocce di cioccolato, il ciambellone della nonna e, giusto per gradire, un bel cornetto caldo al miele con cui fare puccetta nel tazzone di cappuccino. Oddio! Ma è lei!!! Sì, la titolare dell’hotel, una toscanaccia ciccia finto-chic che si atteggia da vera lady…la sera prima ci aveva attaccato un’ora di bottone su vita, morte e miracoli del suo adorabile “Topolino”…attenzione, però, trattasi non di ratto roditore, ma bensì del nome del suo fighissimo e aristocratico levriero (a mio avviso, molto simile al cane dei Simpson) che, a giudicare dallo sguardo implorante che mi faceva mentre lo accarezzavo, con una padrona così, deve avere ben altri problemi rispetto a quello della crisi sulla propria identità animale. Comunque, mi sono fatto una cultura. Ma lo sapevate che il levriero è un ottimo cane da compagnia, ideale da tenere anche in appartamento? Infatti, non abbaia, non puzza, non perde pelo ed ha un carattere mite…però, in compenso, se lo porti al parco si mette a correre ad 80 all’ora…sì, 80 all’ora! Ok che non abbaia, non puzza, non perde pelo ed ha un carattere mite, ma francamente un cane più veloce di Asafa Powell nel mio monolocale di 35 mq proprio non ce lo vedo tanto a suo agio…chiusa questa parentesi canina supersonica, una volta finito di sfamarmi con il mio “petit-dejeuner”, abbiamo caricato tutte le nostre cose in macchina e, poi, VIA!Tutti al campo! Superate le sabbie mobili della zona stand, ormai ridotta ad una palude (in cui, nonostante l’acquitrinio, qualche feticista sportivo, secondo me abbondantemente over 15, è riuscito nell’impresa di fregarsi pure il mega-poster di Stefano Baldini!), ci siamo messi a lavorare. Dopo la tempesta di ieri, tutti, bene o male, si sono attrezzati contro la pioggia con impermeabili e stivaloni da pesca, acquistati nel vicino supermercato, facendo ben attenzione, in perfetto stile da city nordica, alle corrispondenze degli abbinamenti cromatici del proprio vestiario. Anche oggi gli atleti sono da ammirare. Piove, ma per loro è lo stesso. Fanno la propria gara. Ce la mettono tutta. Si vede. Bravi tutti, ma grande Alessia Pistilli nei 2000 m! Peccato per la mise velinesca delle vallette addette al cerimoniale che, al posto di tacchi a spillo e magliettine scollacciate, hanno dovuto optare, causa maltempo, a giubbini da cacciatore e stivali da cow-boy…francamente così, l’effetto che facevano non era più lo stesso… Insomma…medaglie, discorsi, premiazioni, interviste, saluti, baci e abbracci e, alla fine, finalmente si può andare tutti a casa! Non mi sentivo così “liberato” da quando, a scuola, facevo il count-down per la fine dell’ultima ora di lezione del sabato!

E a proposito di conti alla rovescia…ormai, mancano sotanto 11 giorni…e i lavori vanno avanti senza sosta al cubo svedese atterrato ad Ancona Sud…con tanto di 4 corsie…chi l’avrebbe mai detto?!?

Pista o Piscina?     Ombrello & Stivali...

2 comments

  1. Niglio ha detto:

    Che ne diresti di un bel bassottino al posto del levriero? Starebbe proprio bene nella tua casetta. Ho già in mente il nome…

  2. Luca ha detto:

    Secondo te il cubo svedese aprirà il 28?ce la faranno nonostante lo Tsunami formato mini dell’Aspio? 😀

    P.S.L’altra sera su TVRS mi sono visto qualche spezzone di Bastia…C’era un uomo con un impermiabile giallo,sempre presente sulla linea d’arrivo,che faceva molto “Papa”…mi sai dire chi era?dai,non è difficile…Gabbo lo indovinerà sicuramente…ah ah ah!! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *