Mamme di ghiaccio mandano in fumo i loro bebè…

113° giorno post-Ikea.

Ogni giorno più di 30 bambini perdono la loro mamma per colpa del fumo. Una statistica agghiacciante. Nel vero senso della parola. Tant’è che un’agenzia di creativi americani ha ideato questa campagna provocatoria, ma che, senza mezzi termini, lancia un messaggio importante che, di sicuro, farà contento anche l’ex-ministro Sirchia.

Francamente non so cosa e nemmeno come avrebbe risposto Nick Naylor, lo spudorato protagonista del film “Thank You for smoking” interpretato da Aaron Eckhart, di fronte a queste mamme di ghiaccio, piazzate in giro per la città, in attesa di farsi sciogliere dal sole per partorire drammaticamente in mezzo alla strada, un bebè subito orfano…

Meno male che queste sono solo sculture e che quelli sono solo pupazzi, ma, forse, è il caso di pensarci bene prima di accendere la prossima sigaretta…

3 comments

  1. Lumachina ha detto:

    Agghiacciante… 🙂
    Davvero, i creativi della pubblicità hanno capacita’ incredibili!

  2. […] ho già parlato di madri di ghiaccio che si sciolgono al sole per colpa del fumo e di bambini che muoiono inesorabilmente di freddo. Anche quest’annuncio di Greenpeace, […]

  3. […] dopo le mamme di ghiaccio che fanno fare una brutta fine a se stesse e ai propri bambini che rischiano così di doversi mettere troppo presto l’aureola in testa, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *