L’Oceano in una pozzanghera…

554° giorno post-Ikea.

Una volta vi avevo già fatto leggere del mio “RISVEGLIO”. Questa è, invece, “LA POZZANGHERA”…un’altra reminiscenza di quando alla mia penna di liceale piaceva scrivere in versi…

“Io sono
una pozzanghera.

Velieri di foglie
solcano
i fiumi senz’argini del mio spirito
in cerca dell’Ormai
nell’Altrove di me.

Approderanno
chissà
nello stagno vibrante
della memoria
lontano dagli abissi striscianti
dimenticati dal maestrale.

Non piove più.

Nel cielo
galleggia
il mio riflesso di Oceano.

Addosso
mi sento
la mia stilla di temporale.”

E siccome oggi mi va proprio di fare il romantico fino in fondo concludo con il video di questa canzone scioccamente caduta nel dimenticatoio della musica italiana dopo il solito varietà del Festival di Sanremo [anno 2003]. A cantarla è tal Annalisa Panetta, meglio conosciuta come LISA [sì, quella di “Sempre” per chi se la ricorda…] che, però [siccome è vero che nessuno è mai profeta in patria] la sua rivincita discografica se l’è presa grazie al la sua rivincita discografica se l’è presa grazie al famoso tenore americano Josh Groban che ha voluto reinterpretare il suo brano, arrivando a vendere qualcosa come 5.000.000 di copie. Per pensarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *