Libertà, civiltà: una riflessione…

173° giorno post-Ikea.

Daniele Mastrogiacomo è sano, salvo e LIBERO! Presto l’inviato di Repubblica in Afghanistan sarà di nuovo a casa. E questo è quello che conta. Non penso che sia il caso di perdersi in infinite analisi di questa vicenda. Lasciamole ad altri…non mi va di aggiungere altro. Vorrei solo che guardaste questo video messo on-line in 10 lingue diverse dalla AVAAZ. E poi, se vi va, commentatelo, dite [qualunque sia] la vostra…insomma fatevi sentire!!! E’ come se questo post fosse un foglio bianco…vi sto semplicemente chiedendo di riempirlo delle vostre voci e delle vostre parole…per pensarci…per favore…

4 comments

  1. Michelino ha detto:

    mah… per pensarci.. il problema (a parte il leggere tutte le frasi che alle volte compaiono per troppi pochi fotogrammi) è che chi queste cose le sà gia,ci crede, gli altri no e (facilmente)non lo sapranno mai. Il problema è che è nella natura dell’uomo avere il potere, sempre maggiore e mai si è in grado di perdonare o fermarsi. La differenza poi, abissale, fra le due culture certo non aiuta nessuno. Il razzismo e la diversità esisteranno sempre, stà però ad ognuno di noi saperlo domare o meno. E questo non si fa con belle parole, bei discorsi o buone azioni, lo si fa imparando a vivere e acculturizzandosi (se esiste nel dizionario!).

    forse ho detto qualche cazzata o ho scritto male ma ho troooooopo sonnnooo!!

  2. Ciao, grazie per il commento su Blogosfere Politica e Società! Il video che segnali è molto interessante! Ti abbiamo ringraziato pubblicamente in un nostro post.
    http://politicaesocieta.blogosfere.it/2007/03/dialogo-tra-cristiani-e-musulmani-un-video-fa-piu-della-politica.html
    sara, Blogosfere Staff

  3. Silvio ha detto:

    Un video davvero bello. Fa riflettere. Forse servirebbe meno odio e più dialogo, ma non è facile. Non lo è mai stato.

  4. zappolo ha detto:

    Nel bel video si vede che quando i cittadini (il popolo) vuole, può mettere alla berlina un’intera classe politica. E’ un pò come dice Beppe Grillo, che noi siamo i “datori di lavoro” dei ns. politici è “l’assuzione” gli è stata data con il ns. voto. Quando non ci rappresentano, non ci ascoltano, ecc.. insieme si possono mandarli a casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *