LEGO rebuild i disastri del mondo? In Cina la pubblicità di due ex creativi Saatchi & Saatchi fa brutti scherzi!

74° giorno post-Ikea.

E pensare che sono sempre stati uno dei miei giochi preferiti. Il primo della lista nella letterina a Babbo Natale. Che belle le costruzioni LEGO! Anche se sono scandinave e si basano su una dinamica componibile come l’Ikea, penso che rappresentino tuttora un apprezzatissimo classico ludico per qualsiasi bambino.

Solo che stavolta i danesi dei mattoncini colorati, nel Paese della Grande Muraglia, sono stati, malvolentieri, protagonisti di una controversa vicenda mediatica. La colpa, se così vogliamo chiamarla, è di una serie di annunci pubblicitari che sono circolati abusivamente con l’inconfodibile marchietto rosso e bianco della LEGO “appiccicato” sulle foto di alcuni dei più terribili disastri della storia recente dell’umanità. Immagini dell’11 settembre o della devastazione dell’uragano Katrina, tutte contrassegnate da un inquietante slogan “Rebuild it LEGO” ovvero “Lo riscostruisca LEGO”.  

In realtà, gli autori di questi messaggi, scusandosi, l’hanno semplicemente definita una “prova personale per sfidare la creatività”. Si tratta due (ormai ex) creativi della Saatchi & Saatchi in Cina, che portano i nomi di Black Wu and Darren Cheung e che, grazie a questa “stupida idea” portata avanti totalmente all’oscuro dei vertici della nota agenzia pubblicitaria, rimaranno ben impressi in parecchi libri neri degli addetti ai lavori e non solo…

Non è difficile immaginare che alla Saatchi & Saatchi cinese ci siano da qualche giorno due scrivanie libere…ma chissà se a Wu e Cheung sarà passata una volta per tutte la voglia di giocare con le costruzioni?!?

Intanto, allora, guardatevi pure il video di protesta che ha fatto, via internet, il giro del mondo per denunciare questa infelice trovata pubblicitaria…[per pensarci]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *