Ingvar Kamprad, mister Ikea è più ricco di Bill Gates?

96°giorno post-Ikea (ovvero il 2° del 2007 dopo Cristo). 

Ingvar Kamprad Ikea In punta di penna inizia il 2007 con una sconcertante rivelazione. Stando a quanto riportato dai due principali quotidiani italiani, Il Corriere della Sera e Repubblica, l’utile del colosso svedese dell’arredamento Ikea non sarebbe, infatti, più un mistero. A svelarlo sarebbe stato proprio Ingvar Kamprad in persona, in occasione dell’ultima festa di Natale con i suoi dipendenti della centrale di Älmhult in Svezia.

Secondo quanto rifersice la fonte primaria della notizia, ovvero il quotidiano locale Smålandsposten, il fondatore di Ikea, parlando e lamentandosi con i sui operai di quante tasse avesse dovuto pagare l’anno scorso la sua azienda (oltre 6,5 miliardi di corone, circa 720 milioni di euro all’anno), si sarebbe lasciato sfuggire che questa cifra corrisponde anche al 25,3 per cento degli utili.

Il giornale svedese, ha così facilmente calcolato quale dovrebbe essere l’utile effettivo della multinazionale: circa 25 miliardi di corone svedesi (2,8 miliardi di euro), che, per intenderci, corrispondono alla vendita di 80 milioni di librerie Billy, le più acquistate nei punti vendita di mezzo mondo.

Immancabile e serafica è arrivata subito la smentita da pate dei dirigenti Ikea: “Non commentiamo, queste non sono le cifre Ikea ma Billy Gatessolamente calcoli fatti da Kamprad”, ha detto la portavoce Charlotte Lindgren. Ikea, non essendo quotata in borsa, pur essendo una tra le 10 più grandi aziende del mondo, comunica a fine anno solamente il proprio fatturato. Questo era di 160 miliardi di corone (17,7 miliardi di euro) nell’anno appena passato.

Ma prestando fede alle stime del giornale Smålandsposten, Ingvar Kamprad, che ha 80 anni e vive in Svizzera, potrebbe contare su un patrimonio di oltre 53 miliardi di dollari circa. Insomma, l’uomo più ricco del mondo anche se guida una Volvo 240 GL del 1993

Più ricco anche di Bill Gates, che secondo il magazine Forbes ha una fortuna personale che si aggira sui 47 miliardi di dollari. Tuttavia, Ikea nega questa asserzione. Da notare anche che Kamprad non è più il proprietario dell’azienda (in una sua dichiarazione spiegava di aver dato le dimissioni perché desiderava avere tasse più basse), quindi Ikea non dovrebbe essere inclusa nei calcoli della sua ricchezza.

Comunque, a chi non lo sapesse e avesse la memoria un po’ corta, vorrei solo ricordare che Ikea, fondata nel 1943 è oggi presente in 34 Paesi con quasi 250 megastores. E sempre a proposito di numeri da guinnes, il catalogo gratuito Ikea nel 2006 ha avuto una tiratura di 160 milioni di copie, la più alta nel mondo.

6 comments

  1. Dive ha detto:

    Tanto Google prima o poi ti banna…

  2. Dive ha detto:

    …non è una gufata, è che questo articolo mi pare molto simile a quello delle macchine come contenuti…prima o poi si incazzano….ahahahhahah 😀

  3. angelina ha detto:

    spero che non ti bannino…per me sei fonte preziosa di informazione…
    grazie 1000

  4. angelina ha detto:

    a dovresti avere la mia e-mail se hai altre informazioni sull’ikea ti pregerei di spedirmele.(ovviamente x la mia tesi)

  5. a ha detto:

    Ti volevo avvisare che per il catalogo 2007 la tiratura è arrivata a 174 milioni di copie! :O)

  6. […] All’Ikea vanno avanti i saldi invernali di fine stagione. Del resto, la betulla a metà prezzo sembra fare sempre gola a tanti appassionati del low-cost dell’arredamento svedese fondato da Kamprad.   […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *