Ikea: fantasmi sul letto…

203° giorno post-Ikea.

E’ vero. Esistono letti e letti. A una piazza [lo standard], ad una e mezza [per chi non si accontenta], matrimoniale [ma va bene anche per i DICO], a castello [per chi ha manie di regalità] e a baldacchino [per non sa rinunciare al barocco]. I Giapponesi di una volta e gli irriducibili dell’Oriente preferiscono magari dormire su un futon steso sul tatami e appoggiato direttamente sul pavimento della stanza [francamente il sushi mi sembra un’invenzione più apprezzabile…]. Fachiri e sadomasochisti trovano, invece, di una comodità unica e senza paragoni quello di chiodi [De gustibus…]. I comuni mortali, però, non possono, purtroppo, fare banalmente a meno di un bel materasso. Ma bisogna prestare ben attenzione a quello che si sceglie, altrimenti ahi voglia a contar pecore e canguri!!! E, soprattutto, che sia a molle, di piume, in lattice o ad acqua, ricordatevi sempre che, ogni tanto, va sostituito con uno nuovo, anche se certe collaudate coppie di sposi per un attimo potrebbero avere un imprevidibile sussulto…e mi raccomando, che siano pure ben resistenti! Altrimenti, sai che spavento e, soprattutto, che cilecche! Infine, per federe e lenzuola fate un po’ come volete…io, però, specie ai signori uomini, avrei da consigliare questo modello [anzi modelle!]…e per coloro che, non fidandosi delle solite televendite, decidessero di andare ad acquistare il loro “bedroom kit” all’IKEA, non restateci male e non impressionatevi se vi capita di assistere ad una scena del genere…altro che ectoplasmi e “Sesto Senso”, questa è solo un’altra [geniale] trovata di interactive marketing dei soliti Svedesi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *