Caro Babbo Natale ti scrivo, così mi spieghi…

44° giorno post-Ikea. 

Caro Babbo Natale,

 lo so che è un bel pezzo che non ci sentiamo e che, forse, ce l’hai un po’ SuperMario Natalecon me perché alle elementari dicevo a tutti i miei compagni di classe che tu non esistevi, però sai com’è…alle soglie del 21esimo secolo, l’idea di un signore panciuto e baffuto che se ne andasse in giro su una slitta volante trainata da una sfilza di renne, forse, ad un bambino Nintendo dipendente come ero io, magari sembrava più una “Christmas special edition” di una nuova avventura di Super Mario…beh, non lo so se adesso sono diventato più buono o più cattivo e, infatti, non sono qui per chiederti un regalo, ma una semplice spiegazione...hai presente quegli svedesi che da 90 anni hanno messo su un super business sui mobili belli, low cost e fai da te? Sì quelli che hanno piantato in giro per il mondo quei giganteschi scatoloni blu e gialli pieni con migliaia di metri quadri di soluzioni d’arredamento? Lo so che un sacco dei tuoi elfi hanno abbandonato la tua fabbrica di giocattoli allettati dal brivido irresistibile di vestire il completino giallo degli assunti a tempo determinato o indeterminato Ikea…lo so che, per colpa della crisi, sei stato pure costretto a vendere agli eredi di Ingvar Kamprad i diritti sull’immagine delle tue renne per i loro peluches…lo so che continui a fare discussioni con tua moglie che vorrebbe che ti decidessi finalmente a portarcela per comprare la cucina nuova in legno di betulla che ha visto sul catalogo…ma, una volta la festa delle feste non era il 25 dicembre? Allora perchè da oltre una settimana all’Ikea è già Natale?!? Una volta ho letto su un libro di marketing che una campagna pubblicitaria per puntare ad un buon rendimento deve essere lanciata con almeno un mese di anticipo rispetto a quello che si considera il periodo “caldo”…ok…ok…ma quando è troppo presto è troppo presto…ho pure controllato sul calendario svedese se per caso, tra fiordi e aurore boreali, il Natale si festeggiasse prima, ma apparentemente anche lì il giorno prescelto è il 25 dicembre…e allora? Che sta succedendo? Ti prego, Babbo Natale dimmelo tu e, se puoi, fai qualcosa…Distinti Ciao.

IKEA Ancona Natale 2006 

NB: le due grandi luci che, in questa foto, si vedono sopra il megastore IKEA di Ancona Camerano sono soltanto due lampioni, non due STELLE COMETE!!!   

4 comments

  1. Niglio ha detto:

    Tanto io sono una persona incorruttibile e non mi farò assolutamente prendere da questa frenesia pre-pre-pre-natalizia…ma che cosa dicevi?…elfi vestiti con divisa Ikea?!?…car..per non parlare poi di quelle banalissime decorazioni che si vedono in foto! Non saranno mica tanti alberelli dorati, vero?…mmm…chissà come sono da vicino…

  2. Babbo Natale ha detto:

    Gent.mo In punta di penna,
    sono spiacente ma non saprei proprio che cosa rispondere alla sua domanda. Io non sono un esperto di marketing ma solo una sua creazione. E poi in questo periodo sono troppo impegnato all’Ikea di Camerano per reclamizzare le nuove renne di peluches. Venga anche lei, ci sono tanti altri prodotti interessanti. Dica che la mando io!

  3. La Befana ha detto:

    Senti In punta di penna…finiscila di stressare il mio collega con tutte queste domande assurde…altrimenti poi io con chi ci vado a Cuba dopo le feste?

  4. Peppi ha detto:

    Anche STAY PAIED – il BLOG dove tutto sta pagato si associa alla campagna di civiltà “Natale a Natale”, volta ad arginare il fenomeno consumistico del Natale al periodo che gli compete (cioè a Natale) indetta dalla trasmissione di Radio Due CATERPILLAR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *