C’è qualcosa che mi puzza in questa spy-story…

23° giorno post Ikea.

Ma chi sono io? Il Presidente del Consiglio? L’amante segreto della Regina d’Inghilterra? Il leader di una cellula marchigiana di Al Qaeda? No…no…almeno non ancora, ma allora cosa diavolo ci fanno tutte queste cimici in casa mia?!?! Un agguato continuo, annidato tra le tende, sotto il tavolo, sul lampadario…una vera invasione, un attacco di massa…va bene che sono in affitto in questi 45 metri quadrati, va bene che da tre anni che abito qui, ho vissuto sempre questo spazio (alla faccia degli arredatori dell’Ikea!) come una stanza d’albergo, ma così la situazione è diventata veramente insostenibile…un’autentica tortura…non faccio neanche in tempo ad aprire la porta e ad accendere la luce che, con la precisione di un orologio svizzero, si manifesta l’inquietante interferenza di quelle “cose” verdi e marroni…sono tante, piccole, sono appostate ovunque e mi puntano addosso con le loro minuscole antennine…mi sento fortemente minacciato nella mia privacy…perchè io penso che il bello di vivere da solo sia proprio la libertà di fare alcune cose che nell’ordinaria convivenza con altre persone sono per forza limitate come, ad esempio, girare liberamente in o senza mutande (nel mio caso boxer) oppure mangiare schifezze edulcorate sul divano o, perchè no, mettersi le dita nel naso come il peggior emulatore di Homer Simpson…ma con certi sgraditi ospiti intorno non è proprio facile sentirsi a proprio agio…

Eppure non finisco di eliminarne una che puntualmente ne fuoriescono altre…mi viene la pelle d’oca al solo pensiero di cosa potrebbe accadere se si coalizzassero e decidessero di venire allo scoperto tutte insieme, ma evidentemente anche loro devono essere governate da uno sciocco senso individualista che impedisce loro di prendere coscienza del fatto che unite potrebbero costituire una pestilenziale “arma chimica”…e che noia quel loro ronzare sgraziato e stupidamente concentrico…quando decollano sembrano quasi dei cinquantini impazziti con l’acceleratore impallato al massimo…solo il muro o i vetri della finestra riescono a fermare il loro folle volo…e, così, stanco di questa “Grande Cimice” di reality, ho deciso di giocarmi, ancora una volta, la carta Super Zazza…con la scusa di una cenetta tra amici e con la complicità del fedele dott. Gabbo, ho invitato il nostro “Incredibile” a casa mia…non è servito aspettare molto…tutto è andato secondo i piani…infatti, mentre io preparavo i miei deliziosi “gnocchi alla puttanesca sorrentina” (mia versione fusion delle 2 omonime ricette), il caro Zazza ha iniziato lo sterminio di massa delle infime creature…senza spargimenti di sangue, però…Super Zazza è un paladino del bene e non farebbe del male ad una mosca, figuriamoci ad una cimice! Quindi, invece, di abbatterle ferocemente, il nostro beniamino, con grande spirito animista e altrettanto ardore, le intrappolava con il super retino (un bicchiere di plastica) e il mega mantello (un foglio di carta A4) e, poi, le restituiva a Madre Natura liberandole fuori dalla finestra…CHE EROE!!! Credo che arrivati alla scamorza con lo speck, ne avesse già espulse 4 o 5 e senza tirar fuori nemmeno il cartellino rosso…vedi cosa si impara a fare l’arbitro di calcio? Ora che la mia casa è stata finalmente disinfestata posso dormire sonni tranquilli e riprendere le mie care vecchie abitudini domestiche. Missione compiuta. GRAZIE ZAZZA!

2 comments

  1. Luca ha detto:

    Secondo me Zazza è un killer senza cuore di questi animaletti verdi…ma l’esperienza gli ha insegnato che questi,se sottoposti a una pressione di almeno 1 Netwon(una bella pistata…),prima di passar a miglior vita hanno il buon senso di lasciare nell’aria un ricordino(stile santino padre pio…),quindi onde evitare di impestare l’aria, sè attrezzato e ha evitato spargimenti di “sangue”… 😀

  2. Zazza ha detto:

    ehhhh….quanta fatica per disinfestare l’appartamento di Alessio…la prossima volta fammi trovare almeno una rete “acchiappa farafalle” hihihi…ma la cosa più bella è vedere i calzini portati con gli infradito…
    Cmq la “cucina Giovannini” è veramente stata apprezzata..
    Il sonoro del video è fantastico…il rintocco della campana congiuntamente alla cattura della cimice..ahahah
    Ma la scamorsa avanzata..è ancora buona??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *