Anoressia e bulimia: video allo specchio

160° giorno post-Ikea.

…Ridursi ad essere quello che non si riesce a vedere per diventare quello che non si riesce ad essere. Succede così. Purtroppo. Quando ci si convince di non avere appetito per la fame (o la fama?) di apparire quello che, specie in certe età, solo ormoni e Madre Natura possono decidere. Troppo alto il prezzo da pagare per chi vuole inseguire, a tutti i costi, una magrezza bella (?) e impossibile. Bastano due dita aperte verso il cielo per cantare vittoria, le stesse che ingoia chi non ce la fa a convincersi di non avere il giusto peso nel mondo.

Quella dei disordini alimentari è una problematica complessa e va affrontata con sensibilità e le dovute competenze. Io mi limito a segnalarvi questa campagna svedese (per chi non lo sapesse, da quelle parti non si fanno solo colorati mobili componibili…) lanciata dalla Anorexi Bulimi-Kontakt e in onda su MTV. Idea strong, ma decisamente d’impatto. Coglie nel segno, senza retorica. Per pensarci.

24 comments

  1. DianaMicioDiana ha detto:

    Mi è venuta la pelle d’oca vedere quel filmato.
    La trovo una malattia stupida, per mia fortuna l’ho sconfitta.

  2. antoblu ha detto:

    Basterebbe vedersi per davvero e non attraverso uno specchio distorto da falsi miti di perfezione, che alla fine non danno la felicità.
    Grazie per questa rilfessione…

  3. atletica ha detto:

    Mamma mia, mi ha fatto senso, è bruttissimo!!! 🙁

    ciao

  4. Merlinox ha detto:

    Hai fatto benissimo a pubblicarlo. Di grande impatto… se veramente è così deve essere bestiale!

    Mi sono sentito di replicarlo anche da me.

  5. Scheggia Impazzita ha detto:

    Se questa e´la realtä e´davvero agghiacciante…

  6. Sheldam ha detto:

    anche se solitamente si pensa che anoressia e bulimia siano malattie “femminili”, io ci sono passato. E vi assicuro che il video è assolutamente realistico…

  7. G. POPOLARE ha detto:

    Veramente un video ahimè interessante…dovrebbero farlo passare anche sui nostri canali al posto di dire stronzate del tipo che le ragazze imitano le modelle mager…e quelle con la bulimia chi imitano? Buonanima di Ave Ninchi?
    Anoressia e bulimia sono problemi molto più seri di come vengono trattati in Italia.

  8. Remedios ha detto:

    “ma parlo forse di fisica nucleare io?allora xkè la gente pensa di poter parlare di quello che non conosce?”..
    vi basta aver letto un articolo sui dca e credete d poter fare gli psicologi..e questo è riferito a tutti quelli che hanno commentato dicendo CHE SCHIFOOOO BLEAAHH CHE MALATTIA DEMENZIALE..nn capite un cazzo..

  9. Amato Lucia Maria Catena ha detto:

    anch’io ci sono passata con le continue abbuffate di cibo.
    Però qualcosa desidero dire a tutte le persone che soffrono. Di stare molto attenti a quello che vi viene propinato dai mezzi di comunicazione di massa. I cosiddetti “esperti” psichiatri e similari, possono benissimo distruggere la vostra vita ed attentare alla vostra libertà, con i loro sistemi di cura assolutamente non scientifici (la non scientificità della psichiatria viene dimostrata da molti scienziati di tutto il mondo, che non hanno voce nei mezzi televisivi perchè a qualcuno fà comodo “sponsorizzare” la pseudoscienza come la risoluzione di tutti i mali dell’universo!)
    Dal nostro disagio interiore possiamo uscirne benissimo senza l’aiuto dell’esperto (esperto di che? Della sofferenza dell’anima?)incominciando ad amare le persone che ci vivono accanto…riscoprendo le vere cose che danno significato alla vita…comprendendo che non conta l’aspetto esteriore, ma l’immenza ricchezza interiore che ognuno di noi si porta dentro…
    “L’Analista Analizzato”
    di Amato Lucia Maria Catena
    Edizioni Progetto Cultura 2003
    per dare voce a chi non ha voce.

  10. […] qualche minuto con un giochino da cucina tipo questo, confidando nel suo presunto effetto benefico. Altre volte, invece, la fame non c’è proprio. E tutto sembra drammaticamente diverso da come …Realtà e percezione, del resto, sono due aspetti che si incontrano e si confrontano spesso quando […]

  11. giulietta ha detto:

    avete visto come ci si riduce?
    le ragazze ma anche i ragazzi devono stare attenti perchè ormai questa è la malattia del secolo e si rischia di rimanerne incastrati io ci sono passata e certi dolore sentire lo stomaco a pezzi dai crampi ancora me li ricordo ancora…attenzione anche a quei medici che credono di saperne qualcosa ma creano in testa solo + confusione…riscoprire la voglia di vivere è il primo passoe allontanarsi dalla solita fissa della taglia 38

  12. chiara ha detto:

    ho realizzato un video sui disturbi del comportamento alimentare alla pagina: http://blog.libero.it/bricioledipane/2820129.html

  13. vale84 ha detto:

    sono rimasta sconvolta nel vedere il video. si coglie perfettamente negli occhi di questa ragazza tutto il disagio la sofferenza la solitudine di un corpo che non si accetta. tutti problemi che sicuramente ritrovano un comune denominatore, ovvero il pensare che oggi nella società in cui viviamo per essere qualcuno bisogna per forza essere forti belli indipendenti intelligenti, magrissini, algidi ed atletici. e se non abbiamo la forza per affrontare tutto questo rischiamo di di fare male a quel corpo che invece dovremmo rispettare ascoltare e amare soprattutto, ma mi rendo conto che il tutto cambia quando si parla di patologie, come l anoressia perchè è una gravissima malattia che può portare alla morte.quindi state attenti

  14. dada ha detto:

    vi assicuro che è la realtà.
    Mi sedevo e sentivo le mie ossa come spunzoni farmi male.Pensavo sempre che erano le sedie ad essere scomode.
    Ma ero io.
    E non lo sapevo.

  15. leo ha detto:

    A ME INVECE QUELLA RAGAZZA CHE C’è NELLO SPECCHIO PIACE TANTISSIMO E NN LA TROVO AFATTO GRASSA BHO!!! MA CHE VI VIENE RAGAZZE

  16. felicia ha detto:

    Per me non è cosi sconvolgente! io sono bulimica e sto bene sono magra, forse la cosa brutta è vomitare dopo i pasti ma almeno cosi nn si ingrassa……………………….

  17. sara ha detto:

    näen juuri noin mutta en vain ole laiha ;<<

  18. Suk ha detto:

    hola la peli fue algo real que expresa las situaciones de las diferentes adolecentes que tenemos ese problema como es la bulimia y no se en que pensamos la actualidad de ahora que hacemos muchas cosas para sentirnos bien pero en realidad lo que hacemos el destruinos

  19. orin ha detto:

    emang bener harusnya kita gag perlu malu punya badan gemuk.saya juga pnah mengalmi.diejek orang .tpi ya realistis ajah toh gag selamanya gendut itu jelek….
    video tadi contohnya.

  20. luna 70 ha detto:

    io sono stata si colpita ma per chi invece e grassa essere magra almeno per un giorno per me sarebbe stupendo certo non come lei

  21. alice ha detto:

    stavo morendo per questa malattia di merda,ma solo ora mi rendo cinto che fisicanente si puo guarire,ma psicologicamente mai….mi sento morta prima di morire….il video è terribile….uno strazio,ma la pura e semplice realtà….

  22. Chiara ha detto:

    E ti chiedi come fanno a stare in piedi, come fanno a non volare via con un soffio di vento, come fanno ad autoridursi allo stato dei deportati della seconda guerra mondiale….
    Conosco una ragazza che c’è passata. Probabilmente non riesco a capire. Ma da fuori, è la cosa più orribile vedere una persona degenerare a questo modo.
    Non sono la prima a dirlo, non sarò l’ultima e non servirà a niente: ma per favore, per favore, non fatelo più.

  23. mamma ha detto:

    sn una mamma disperata che giorno dopo giorno vede morire la propria figlia senza poter far nulla,mangia come un uccellino,nn ha piu il sorriso ne la voglia d lottare,ogni giorno spero di sveglirmi da quest incubo ma e sempre peggio,io nn voglio e nn posso perdere mia figlia a 18 anni,ma nn vuole farsi aiutare da nessuno,abbiamo girato centri psicologi nutriznisti ma hanno fallito tutti,anche i suo ragazzo ha fallito l’ha lasciata il problema e troppo grande per lui,che uomo?vi prego rAGAZZI LA VITA E TROPPO BELLA PER MORIRE COSI….

  24. hope ha detto:

    cara mamma…io sono una figlia ex.anoressica ed ora mamma a mia volta…non so cosa dirti se non di resistere e stare accanto alla tua piccola sperando sperando sperando…non puoi fare di più. Io ci sono passata, ho ricevuto tanto amore dalla mia famigia anche se non davo nulla se non sofferenza ed alla fine abbiamo sconfitto insieme quelò mostro che mi stava divorando. Ho ricevuto anche aiuto specialistico in particolare dall’ospedale san raffaele dove sono stata ricoverata nel reparto per i disturbi del comportamento alimentare, non so se ripasserai mai da qui ma ti sono vicina non scoraggiarti lotta anche per lei chje in questo momento non riesce a farlo…mia madre in particolare è stata la mia forza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *