A Gavle, in Svezia, una capra di paglia gigante rischia di andare a fuoco per lo Yule!!!

84° giorno post-Ikea.

Gavle, la gigantesca capra di paglia Da 40 anni, a Gavle in Svezia, nel periodo natalizio, ci sono dei buontemponi, forse un po’ troppo focosi, che si scatenano in tutti i modi per incendiare la gigantesca capra di paglia, un “momumento” che, per tradizione, viene realizzato dai commercianti della città.

Quest’anno, a detta delle autorità, la capra gigante, diventata vittima del Yule, la festa celtica più violenta del popolo dell’Ikea, che celebra il solstizio d’inverno con i falò, riuscirà a sopravvivere ai vandalismi, perché la paglia è stata cosparsa con prodotti chimici ignifughi, normalmente usati sugli aeroplani.

Anna Ostman, portavoce del comitato che costruisce la capra, dice: “Quest’anno, è impossibile bruciarla. Dopo 40 anni, pensiamo di aver trovato una soluzione definitiva per proteggerla”.
Freddy Klassmo, dirigente dell’azienda che ha fornito il trattamento a prova di fuoco per proteggere la capra di paglia, con spavalderia, ha lanciato la sfida ai piromani. Al giornale Aftonbladet, ha dichiarato: “Non riusciranno in nessun modo a incendiare la capra di paglia, è a prova di napalm e di accendino”.

Molti svedesi mettono sotto l’albero di Natale, una piccola capra di paglia, altri appendono versioni in miniatura sui rami. Il simbolo della capra si rifà, infatti, alla storia mitologica dei norvegesi, il carro di Thor, il dio del tuono, veniva rappresentato con la barba rossa, una corona di stelle in testa, una cintura magica, sopra un carro tirato da due capre.

Quel che resta della capra di paglia... Dal 1966, soltanto 10 capre giganti di paglia, sono sopravvissute a incendi e vandalismi. Nel 1976, la capra gigante di paglia è stata investita e distrutta da un’automobile. Raramente i vandali sono stati presi e puniti, solo nel 2001, Lawrence Jones, americano di 51 anni, è stato condannato a 18 giorni di prigione.

L’anno scorso, addirittura, i vandali sono riusciti a “perforare” i controlli e a incendiare la capra di paglia. Alcuni testimoni hanno detto di aver visto due persone in costume, uno vestito da Babbo Natale e l’altro da Gingerbread, aggirarsi nella Piazza. Erano lontano dalla capra di paglia, ma sono riusciti a mandarla a fuoco, colpendola con il lancio di frecce incendiarie.

Per chi volesse seguire gli avvenimenti, la gigantesca capra di paglia è controllata 24 ore su 24 da due webcam. Per vedere come andrà a finire, puoi cliccare qui.

Intanto, sono aperte le scommesse…

3 comments

  1. […] In punta di penna ci segnala un suo post sulla capra di Gavle, paesello a 80 km da Stoccolma dove il Natale si festeggia ormai da quarant’anni con un’enorme capra di paglia. […]

  2. Peppi ha detto:

    Grande Alessio!
    Ho lasciato un commento su travelblog!
    Un abbraccio

  3. Dive ha detto:

    Ore 8:39 22/12: CAPRA ANCORA INTATTA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *